Più opportunità per il collocamento mirato

A decorrere dall’1 gennaio 2017 l’obbligo di assumere disabili ai sensi della legge 68/99 trova applicazione a partire dal 15° dipendente invece che dal 16°.

Le assunzioni potranno essere fatte a chiamata nominativa anziché numerica, ma solo attingendo alle apposite liste tenute dai Centri per l’Impiego.

Viene meno quindi l’obbligo della chiamata numerica che era precedentemente previsto, anche se entro certi limiti percentuali, per le imprese con più di 36 dipendenti. Il datore di lavoro sceglie dunque come cercare il lavoratore da assumere, libero di farsi supportare nella raccolta delle candidature dal servizio competente o di cercare rivolgendosi ad intermediari privati o per segnalazione.

Più assunzioni dunque e più spazio al rapporto diretto tra l’azienda e il lavoratore disabile che può auto candidarsi presso le aziende o cercare opportunità di lavoro tramite i tanti siti di intermediazione del lavoro, nonché tramite i siti dedicati all’incontro tra candidati appartenenti alle categorie protette e le aziende, siti come http://www.jobmetoo.com/   o come http://www.categorieprotetteallavoro.it/ ,  http://www.lavoroperdisabili.it/category/offerte-di-lavoro/ , http://www.categorieprotette.it/ .

Maria Luisa Polizzi – Spazio Lavoro & Piccola Impresa, gennaio 2017

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *