Non mangiate nulla che la vostra bisnonna non riconoscerebbe come cibo

1) Non mangiate nulla che la vostra bisnonna non riconoscerebbe come cibo. Fate finta che sia accanto a voi quando scegliete una cosa da mangiare.

2) Non mangiate nulla con più di 5 ingredienti, o con ingredienti che non riconoscete o non sapete pronunciare. La lunga lista di ingredienti vi fa capire che avete davanti agli occhi un prodotto altamente trattato, una sostanza simil-alimentare commestibile .

3) Non comprate o mangiate nulla che alla fine non marcisca. Un cibo ideato per durare in eterno è di solito pieno di sostanze chimiche. Il cibo dovrebbe essere vivo, e questo significa che alla fine muore.

4) Siate il detective del vostro cibo. Fate attenzione alla provenienza del cibo ( quei frutti di bosco sono stati raccolti nella vostra regione o hanno fatto il giro del mondo?) e al modo in cui è stato coltivato  o allevato (biologico? Al pascolo? Allevato con criteri umani?). Leggete le etichette e fate domande. Qual è la storia del vostro cibo? E come vi sentite dopo averla saputa?

5) Orto. Il cibo più fresco e più buono che si possa avere è quello raccolto dall’orto.

Sono alcune delle regole quotidiane da seguire all’ora dei pasti secondo Michael Pollan ( da “Il dilemma dell’onnivoro. Cosa si nasconde dietro quello che mangiamo”)

Michael Pollan ( www.michaelpollan.com ) è scrittore, giornalista, naturalista e professore all’Università di Berkeley in California. In Italia, ha ricevuto il premio Nonino Risit d’Aur  2013, con la seguente motivazione “Con Michael Pollan si vuole premiare un “ libero filosofo del cibo ”. Con profonda cultura e attenzione ci immerge nel mondo dei cicli naturali dell’agricoltura e della pastorizia legati da ancestrali armonie. Attento e spietato analista dell’alimentazione, attraverso saggi assolutamente scientifici e storicamente ineccepibili, ci illumina con uno stile letterario raffinato e intrigante sui preziosi tesori naturali che stiamo perdendo. ( www.grappanonino.it/acAttachment/402 )

Maria Luisa Polizzi

– Consumo Responsabile –

supplemento de Lo Scaffale, giugno 2014

 

www.polizzieditore.com

 

No comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. Quello che l’etichetta non dice | Polizzi Editore - [...] Articoli correlati: www.polizzieditore.com/www/il-dilemma-dellonnivoro-cosa-si-naconde-dietro-quello-che-mangiamo/ , www.polizzieditore.com/www/non-mangiate-nulla-che-la-vostra-bisnonna-non-riconoscerebbe/ [...]
  2. Se niente importa | Polizzi Editore - [...] www.polizzieditore.com/www/il-dilemma-dellonnivoro-cosa-si-naconde-dietro-quello-che-mangiamo/ , www.polizzieditore.com/www/non-mangiate-nulla-che-la-vostra-bisnonna-non-riconoscerebbe/ , www.polizzieditore.com/www/lamara-verita-ecco-quanto-fa-male-lo-zucchero/ , [...]
  3. Ayurveda e nutrimento | Polizzi Editore - [...] articoli collegati : http://www.polizzieditore.com/www/cibo-secondo-natura-e-contro-natura/ , http://www.polizzieditore.com/www/non-mangiate-nulla-che-la-vostra-bisnonna-non-riconoscerebbe/ [...]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *